Le Tecnologie della stampa BARCODE

tecnologia barcode

Le Tecnologie della stampa BARCODE

La varietà delle tecnologie disponibili per la stampa dei codici a barre può essere spiazzante per decidere quale adottare in azienda. A complicare ulteriormente la decisione è la possibilità di valutare se è meglio investire in un sistema di codici a barre interno o se acquistare i codici a barre prestampati.

STAMPA SU RICHIESTA O ETICHETTE PRESTAMPATE?

Molte aziende hanno tratto beneficio nel ordinare le etichette con codici a barre prestampati da aziende di servizi piuttosto che investire in un sistema di codici a barre. Le etichette prestampate sono utili in quelle situazioni che richiedono solo un basso volume di etichette identiche (cioè con dati fissi e non con dati variabili), spesso con ampio uso di colori o grafica.

Tuttavia, le aziende che iniziano con l’utilizzo delle etichette prestampate scopriranno rapidamente i limiti di questa soluzione. Oltre alla ridotta flessibilità, l’uso di etichette prestampate impedisce alle imprese di includere i dati variabili dei clienti o utilizzare combinazioni di testo e codice a barre per inserire le informazioni nelle etichette. Come risultato, la maggior parte delle aziende valutano accettabile l’impegno finanziario necessario per il maggiore investimento iniziale necessario per stampare i codici a barre internamente motivandolo con il valore aggiunto fornito dalla stampa delle informazioni personalizzate su ogni etichetta.

Per molte applicazioni che richiedono elevati volumi di etichette mission-critical, il costo aggiuntivo delle etichette prestampate supera rapidamente il costo dell’intero sistema. Qualcuno che non conosce a fondo il mondo del codice a barre, potrebbe sorprendersi nel apprendere che la maggior parte delle aziende che ordinano le etichette prestampate hanno anche sistemi per la stampa dei codici a barre. Le etichette prestampate sono ordinate con il colore, la grafica o il testo standard necessari (ad esempio gli indirizzi di ritorno sulle etichette di spedizione), e sono poi alimentati attraverso una stampante codice a barre per ricevere le informazioni personalizzate (cioè i dati variabili).

Che un utente decida di utilizzare etichette prestampate o vuote, la selezione dei supporti è fondamentale per il successo di qualsiasi soluzione di stampa dei codici a barre. La varietà di nastri, carta ed etichette sintetiche e tag è troppo grande perché sia trattata in questo articolo, ma l’applicazione del codice a barre, la durata prevista e l’ambiente in cui sarà esposta l’etichetta sono tutti parametri che hanno un impatto diretto sulla selezione dei supporti. Consigliamo di eseguire una prova preliminare con una varietà di supporti prima di acquistarne una grossa quantità.

TECNOLOGIE DI STAMPA

Le persone che non hanno esperienza nella stampa dei codici a barre spesso gravitano verso tecnologie familiari (come le stampanti laser, stampanti ad aghi o le stampanti a getto d’inchiostro) che sono già connesse a una rete e, quindi, ritenute idonee per l’etichettatura con codici a barre. Sebbene queste stampanti possano essere usate per alcune applicazioni, spesso non sono la soluzione ideale per l’etichettatura professionale con codici a barre. I limiti comuni a queste tecnologie tradizionali includono la velocità di stampa e la flessibilità, così come l’incapacità di stampare etichette che siano abbastanza resistenti o che abbiano la longevità e la chiarezza necessarie, mentre possono essere utilizzate per le applicazioni più elementari dei codici a barre.

STAMPA DOT MATRIX (A MATRICE DI PUNTI)

La tecnologia a matrice di punti utilizza un martello o ago per trasferire il pigmento da un nastro sul supporto (vedi Figura 1). A causa della imprecisione di posizionamento dei punti e della bassa risoluzione di questa tecnologia di stampa, queste stampanti sono in sostanza inutilizzabile per la stampa dei codici a barre.

VANTAGGI

  • Le stampanti ad aghi sono di facile utilizzo e poco costose da acquistare.
  • Questi sistemi possono stampare in sostanza su qualsiasi tipo di modulo.
  • Le stampanti ad aghi possono utilizzare nastri “rigenerati”, il che riduce il costo complessivo necessario per l’acquisto di nastri.
stampa dot matrix

LIMITAZIONI

  • Le stampanti ad aghi stampano codici a barre a bassa / media densità, che spesso non soddisfano le attese del l’utente finale. La dimensione dei punti sulla stampante a matrice limita la dimensione dell’elemento più stretto e la densità del codice a barre.
  • Il continuo riutilizzo del nastro sulle stampanti ad aghi richiede un attento monitoraggio delle condizioni del nastro stesso per garantire un adeguato contrasto al codice a barre. Un nastro inchiostro che è diventato esausto può anche produrre un’immagine che è inadeguata per la scansione, con conseguente basso tasso di lettura e un alto tasso di errore.
  • Un’etichetta stampata da una stampante ad aghi ha una durata limitata. Le stampanti ad aghi in genere non possono produrre etichette resistenti agli agenti chimici o all’acqua.
  • La stampa a matrice di punti non permette di stampare la grafica.
  • La velocità di stampa dei codici a barre si riduce notevolmente quando è selezionata la stampa di qualità che ha una migliore copertura d’inchiostro per una qualità di stampa ottimale.
sovrapposizione punti stampa termica

STAMPA INK JET (A GETTO DI INCHIOSTRO)

La stampa INK JET è utilizzata principalmente per stampare ad alta velocità sui cartoni o sugli imballaggi dei prodotti sia dei codici a barre sia dei dati leggibili. Le stampanti a getto d’inchiostro spruzzano l’inchiostro sulla superficie dell’etichetta in un flusso continuo, che copre l’intera larghezza di stampa (vedi Figura 3). Tuttavia, la stampa a getto d’inchiostro non è accettabile per la maggior parte delle applicazioni di codici a barre.

VANTAGGI

  • La stampa a getto d’inchiostro diretto richiede soltanto un passaggio, mentre la stampa di etichette ne richiede due: la stampa dell’etichetta e l’apposizione dell’etichetta al prodotto.
  • L’elevata velocità della stampa a getto d’inchiostro è preferita su linee di produzione ad alta velocità grazie alla sua capacità di stampare “on-the-fly”.
stampa ink jet vantaggi

LIMITAZIONI

  • Le stampanti a getto d’inchiostro sono spesso troppo lente e non sono in grado di riprodurre i codici a barre con una precisione accettabile.
  • L‘installazione del sistema è costoso perché è progettato per elevati volumi di stampa di codici a barre, non per la stampa individuale o di piccoli quantitativi.
  • La stampa a getto d’inchiostro richiede la supervisione diligente e manutenzione programmata per garantire una qualità di stampa costante e prevenire l’intasamento degli ugelli.
  • La precisione del posizionamento e la densità / risoluzione del codice a barre sono limitate a causa degli schizzi d’inchiostro e perché le superfici di stampa sono in continuo movimento.
  • La maggior parte degli inchiostri utilizzati con questa tecnologia sono a base d’acqua e, quindi, la stampa si deteriora quando entra in contatto con l’acqua. Sono disponibili inchiostri non solubili in acqua, ma questi inchiostri producono spesso una lucentezza che riflette la luce verso lo scanner, rendendo il codice a barre non esaminabile.
  • I codici a barre stampati su scatole di cartone con sfondo scuro, soffrono di scarso contrasto e di scarsa leggibilità.
  • I dispositivi di scansione devono essere scelti con cura per garantire la lettura affidabile dei codici a barre.
stampa ink jet limitazioni

STAMPA LASER

La stampante laser funziona come una fotocopiatrice, proietta flussi controllati di ioni sulla superficie di un tamburo di stampa, determinando un’immagine caricata. L’immagine caricata poi selettivamente attrae particelle di toner, trasferendo l’immagine sul substrato di carta. Dopo l’immagine è trasferita sul supporto, il calore e la pressione del fusore permettono all’immagine di aderire al supporto (vedi figura 4).

VANTAGGI

  • Le stampanti laser sono ottime per produrre documenti su carta comune che contengono codici a barre.
  • Le stampanti laser possono stampare testo di alta qualità e grafica su documenti cartacei e quindi possono avere una doppia funzionalità sia come stampanti di documenti sia come stampanti di codici a barre.
  • La densità dei codici a barre e la risoluzione sono abbastanza elevate, fornendo quindi un codice a barre leggibile in pratica da qualsiasi scanner a infrarossi indipendentemente dalla lunghezza d’onda utilizzata.
stampa laser vantaggi, schema funzionamento

LIMITAZIONI

  • Le stampanti laser non sono adatte per le operazioni di etichettatura industriale o del singolo prodotto. Possono aumentare lo spreco, in-quanto non possono produrre etichette singole o di piccole dimensioni. La stampante per mantenere il controllo del foglio richiede che la stampa sia minimo di mezza pagina. In caso si utilizzino etichette di dimensioni inferiori e se ne debbano stampare meno di quelle contenute nella pagina, è necessario utilizzarne un’intera aumentando gli sprechi.
  • Le etichette adesive per stampante laser devono essere accuratamente selezionate per garantirne la stabilità a contatto con il calore e la pressione del fusore. In caso contrario, l’adesivo può estrudere sul meccanismo della stampante e catturare residui di toner o può causare l’arricciamento dei bordi delle etichette. A causa delle pressioni utilizzate nel processo di trasferimento dell’immagine sulle stampanti laser, molti materiali laminati per etichette non sono compatibili con questa tecnica. La versione compatibile di tali materiali può non essere sempre disponibile nella forma necessaria per la stampa laser.
  • La stampa laser è suscettibile di sfaldamento del toner e sbavature, rendendo la tecnologia inadatta per codici a barre che debbano avere una durata a lungo termine.
  • Un’etichetta di carta per stampa laser ha durata limitata. Inoltre, le stampanti laser non possono produrre etichette resistenti all’acqua o agli agenti chimici.
  • I costi di toner, tamburo e supporti delle stampanti laser possono salire alle stelle per la stampa di codici a barre al posto del testo tipico. Mentre il testo richiede in genere solo circa il 5 per cento di copertura d’inchiostro nero, le esigenze della stampa dei codici a barre possono superare il 30 per cento. Il costo del solo toner potrebbe essere sei volte superiore durante la stampa di codici a barre rispetto alla stampa di testo.

TECNOLOGIA TERMICA

Le tecnologie più diffuse per le soluzioni di generazione dei Codici a Barre sono la stampa Termica Diretta e a Trasferimento Termico. Sebbene entrambe le tecnologie utilizzino una testina di stampa riscaldata per creare l’immagine sull’etichetta, sono adatte per applicazioni diverse.

La stampa termica diretta utilizza supporti sensibili al calore che si anneriscono mentre passano sotto la testina di stampa (vedere la Figura 5). Poiché si stampa senza nastro, le stampanti termiche dirette sono note per la loro semplicità. Le etichette stampate con stampa termica diretta in genere hanno una durata considerevole, ma non sono adatte per gli ambienti che le espongono al calore, a lunghi periodi di luce solare diretta o ad abrasioni.

VANTAGGI

  • La stampa termica diretta produce una qualità di stampa nitida con una buona leggibilità.
  • La stampa termica diretta è ideale per applicazioni che richiedono un periodo di conservazione breve, dove cioè l’immagine dell’etichetta non ha bisogno di durare molto a lungo. Etichette di spedizione e scontrini sono applicazioni ideali, mentre le etichette per i prodotti non lo sono.
  • Le stampanti termiche dirette sono semplici da utilizzare rispetto alla maggior parte delle altre tecnologie di stampa, perché non usano inchiostro, toner o nastri da monitorare o sostituire.
  • Senza consumabili da sostituire oltre al solo materiale da stampare, i costi di manutenzione a lungo termine rimangono bassi.
  • La stampante termica diretta consente di stampare sia una serie sia una singola etichetta, in sostanza senza sprechi.
  • Le stampanti termiche dirette sono in genere costruite in modo più duraturo rispetto alle stampanti a matrice di punti o laser, consentendo quindi un funzionamento affidabile in ambito industriale, così come per le applicazioni per ufficio.
tecnologia termica vantaggi, stampa termica diretta

LIMITAZIONI

  • La stampa termica diretta è molto sensibile alle condizioni ambientali come il calore e la luce (fluorescente e / o diretta del sole).
  • La carta termica diretta rimane chimicamente attiva dopo la stampa. A causa di questo, le etichette termiche, i cartellini o i biglietti d’ingresso sono spesso rivestiti superficialmente, per resistere all’esposizione della luce UV, agli agenti chimici e all’abrasione.
trasferimento termico diretto

Le etichette stampate a trasferimento termico sono facilmente identificabili per la nitida, spesso lucida, superficie stampata. La chiarezza è ottenuta utilizzando un rotolo di nastro sottile che quando riscaldato dalla testina fonde sull’etichetta per formare l’immagine (vedere Figura 6). Quando abbinata a supporti adeguati, la tecnologia a trasferimento termico non è solo impermeabile al calore e all’umidità, ma l’immagine stampata non può essere strofinata via, rendendo queste etichette le più durevoli disponibili. Un ulteriore vantaggio di questa tecnologia è la continuità dell’immagine stampata. Poiché il colore e la densità del’’immagine stampata sono determinati dal nastro e dalla risoluzione della stampante, la stampa a trasferimento termico produce una stampa affidabile e coerente su ogni etichetta.

stampanti trasferimento termico schema funzionamento

VANTAGGI

  • Il trasferimento termico offre testi nitidi e ad alta definizione, alta qualità di stampa dei codici a barre e della grafica per la massima leggibilità e scansionabilità.
  • La stampa a trasferimento termico produce immagini stabili e di lunga durata.
  • Il trasferimento termico consente la stampa di una singola etichetta o di una serie di etichette, in sostanza senza sprechi.
  • I costi di manutenzione a lungo termine sono bassi rispetto alla stampa a matrice di punti, a getto d’inchiostro e laser.
  • La tecnologia a trasferimento termico è in grado di stampare su una varietà pressoché illimitata di supporti (tranne che sui moduli multi-copia).
  • Le stampanti termiche dirette sono in genere costruite in modo più duraturo rispetto alle stampanti a matrice di punti o laser, consentendo quindi un funzionamento affidabile in ambito industriale, così come per le applicazioni per ufficio.

LIMITAZIONI

  • Poiché le stampanti a trasferimento termico richiedono il nastro, i costi di approvvigionamento sono superiori rispetto a quelle a stampa termica diretta, tuttavia, le testine di stampa a trasferimento termico durano più delle testine di stampa termica diretta.
  • Il nastro a trasferimento termico è utilizzato in una singola passata, può quindi esserne uno spreco se viene stampato poco su di esso.
  • Per ottenere la massima qualità di stampa nella stampa a trasferimento termico, il nastro e il substrato dei supporti devono essere compatibili. In caso contrario, il calore della testina di stampa potrebbe fondere il nastro sull’etichetta causando problemi interni alla stampante.
tecnologia termica limitazioni e funzionamento

TABELLA RIASSUNTIVA DELLE TECNOLOGIE DI STAMPA BARCODE

tabella riassuntiva tipologie di barcode

QUANDO SCEGLIERE LA STAMPA TERMICA

Le stampanti termiche dirette o a trasferimento termico sono la migliore scelta, quando avete almeno una di queste necessità:

Point-of-System Application

“Point-of-Application” significa che la stampante si trova dove è applicata l’etichetta. Per la stampa di etichette dove necessario e quando è necessario (on-demand, a richiesta), le stampanti termiche possono aumentare la produttività. La stampa sul punto di applicazione è legata alla stampa distribuita, per cui le stampanti vengono poste in diversi punti di una struttura. Le stampanti termiche sono più piccole, più semplici, più resistente e meno costose di stampanti laser o ad aghi, il che le rende ideali per la stampa distribuita.

Dati Variabili

Le stampanti termiche sono ideali per applicazioni che richiedono la stampa di singole etichette o di serie di etichette con campi di dati variabili che cambiano di frequente. In tali casi, le stampanti termiche favoriscono la produzione efficiente e flessibile di etichette, in pratica senza sprechi di etichette, consentendo agli utenti di stampare solo ciò di cui hanno bisogno quando ne hanno bisogno.

Etichette di Varie Dimensioni

Le stampanti termiche sono ideali per applicazioni di etichettatura che richiedano etichette di diverse larghezze e/o lunghezze perché si adattano facilmente a una grande varietà di formati. Le stampanti laser e ad aghi sono invece limitate perché il numero di etichette è soggetto alle dimensioni dei cassetti o del sistema di trascinamento carta.

Grafica e Testo con Font di Dimensioni Scalabili

Le stampanti termiche possono stampare con un’ottima qualità qualsiasi immagine grafica, compresi i loghi. Inoltre, i caratteri di testo sono “scalabili”, nel senso che possono essere regolati per qualsiasi esigenza di dimensione in punti. I Font bitmap, in confronto, sono regolabili solo per un numero limitato di dimensioni di punti (ad esempio, 8, 10, 12, 14, 16 o 18 punti). Il software della stampante a matrice di punti non consente tale flessibilità.

Codici a Barre ad Alta Definizione

La stampa termica è ideale dove sono richiesti codici a barre ad alta definizione. I codici a barre stampati con stampanti termiche, compresi i complessi codici a barre 2-D, offrono i più alti tassi di lettura della scansione al primo passaggio di qualsiasi altra tecnologia di stampa, riducendo gli errori e aumentando la produttività.

Stampanti Compatte

Le stampanti termiche sono pulite e silenziose. Sono anche più compatte rispetto alle stampanti a matrice, a getto d’inchiostro o laser. Le stampanti termiche sono disponibili in tre varietà di base: industriali, desktop e mobili. Le stampanti termiche industriali sono più grandi rispetto alle stampanti termiche desktop, soprattutto a causa della loro capacità di utilizzare un rotolo di supporto da 8 pollici (203 mm) rispetto al rotolo da 3 – 5 pollici (76-127 mm) di una stampante desktop standard. Le stampanti portatili sono le più piccole perché sono progettate per la portabilità, spesso appese a tracolla o alla clip da cintura.

Bassi Costi Operativi

Le stampanti termiche tendono ad avere un costo iniziale più elevato ma un minor costo di manutenzione rispetto ad altre tecnologie di stampa, derivando quindi un minore costo di gestione. I minori costi di manutenzione a lungo termine possono compensare rapidamente il più alto investimento iniziale.

SCEGLIERE LA GIUSTA STAMPANTE

La selezione della stampante più adatta alle vostre necessità non è così difficile come potrebbe sembrare. Descrivendo in termini specifici le funzioni dei codici a barre che dovete utilizzare e rispondendo ad alcune semplici domande, potrete limitare notevolmente la scelta. Le principali domande sono:

  • Quali sono gli usi previsti per le etichette con i codici a barre?
  • Dove saranno posizionate le stampanti?
  • In che tipo di ambiente saranno utilizzate le stampanti (sbalzi di temperatura, vibrazioni, umidità elevata, esposizione a sostanze chimiche, ecc.)?
  • Quali sono i cicli di lavoro previsti per le stampanti?
  • Ci sono dei requisiti minimi di velocità?
  • Quali sono le dimensioni delle etichette da utilizzare?
  • Quanto spesso cambiano le specifiche delle etichette?
  • A che tipo di ambienti saranno esposte le etichette (sbalzi di temperatura, abrasione, alta umidità, esposizione a sostanze chimiche, ecc.)?
  • Le stampanti dovranno essere collegate a una rete o direttamente a terminali stand-alone?
  • Qual è il budget per il progetto?

Altre variabili di rendimento da considerare nella scelta della stampante sono:

Che tipo di condizioni ambientali incontrerà la stampante? Alcune stampanti, sono progettate specificamente per gli ambienti industriali difficili e hanno il cabinet sigillato per evitare alla polvere di interferire con le operazioni.

Qual è la produzione giornaliera di etichette? Le stampanti ad alte prestazioni sono progettate per funzionare in continuo. Altri modelli sono più adatti per volumi di stampa ridotti o per la stampa intermittente di etichette. La velocità di stampa è un fattore da considerare per soddisfare le esigenze in termini di volumi di stampa.

La velocità di stampa è parametro importante se si richiede un elevato volume di stampa di etichette quotidiano o durante i picchi di produzione. La velocità di stampa è un elemento di “rendimento”, che equivale al tempo trascorso tra la ricezione del comando di stampa e il completamento del processo di stampa.  Il rendimento dipende non solo dal tempo di stampa ma anche dal tempo di formattazione dell’etichetta (cioè, il tempo richiesto per convertire il programma e i dati in un’immagine sull’etichetta).  A seconda della complessità del formato delle etichette e della capacità della stampante ad elaborare queste informazioni in modo efficiente, il tempo di formattazione dell’etichetta a volte può causare notevoli ritardi in stampa, influenzando la velocità complessiva di stampa della stampante. Tali ritardi possono essere costosi in termini di produttività se occorrono in un ambiente di produzione dove il tempo della funzione di stampa a richiesta è fondamentale.

Il trasferimento termico è l’unica soluzione se sono richieste etichette con immagini nitide e durature per un certo numero di anni. Le stampanti termiche dirette invece sono ideali per applicazioni in cui la durata dell’etichetta è richiesta solo per un periodo di tempo limitato (da una settimana a un anno).

Secondo l’applicazione, può essere richiesta una risoluzione di stampa elevata (misurata in punti per pollice o dpi) per facilitare la stampa di testo e codici a barre su etichette molto piccole, come quelle comunemente usate nell’elettronica o nelle industrie farmaceutiche per l’etichettatura di componenti o campioni. Risoluzioni elevate forniscono una stampa nitida e dettagliata di molte informazioni in spazi ridotti, senza compromettere la leggibilità degli scanner. Molte stampanti hanno una risoluzione di 203 dpi, sufficiente per la maggior parte dei normali utilizzi, altre offrono 300 dpi e persino 600 dpi.

Un altro fattore importante nella scelta di una stampante è determinare le dimensioni della più ampia etichetta che è necessario stampare. Le stampanti termiche offrono un assortimento di larghezze di stampa massime che vanno da 2″ (stampanti mobili e alcune stampanti desktop) a 8,5″. Se l’applicazione richiede etichette di grandi dimensioni (ad esempio, le etichette di spedizione, etichette sui prodotti e pacchi di grandi dimensioni, fusti chimici o pallet), è necessario scegliere una stampante per grandi etichette con una larghezza di stampa di 6″ o superiore.

comparazione tecnologie stampa, dot matrix printer, laser printer, thermal printer

FUNZIONI DI STAMPA OPZIONALI

Altri fattori da considerare quando si acquista una particolare stampante termica sono le sue opzioni disponibili. Queste opzioni possono includere:

  • Diverse modalità di stampa: taglierina etichetta, spellicolatore, riavvolgitore, etc.
  • Real-time clock per la stampa dell’ora e della data di scadenza.
  • Contatore Avanzato per avvisare gli utenti quando è il momento di cambiare supporto, eseguire la manutenzione preventiva, etc.
  • Opzioni di comunicazione: parallela, seriale, USB, Bluetooth, Ethernet cablata o wireless, twinax o coassiale, etc.
  • Le opzioni di memoria: memoria PCMCIA/Flash, DRAM aggiornabile.
  • Opzioni font: scalabili contro bitmap, set di font asiatici per i caratteri internazionali come, caratteri cinesi e giapponesi, font TrueType, etc.

SCEGLIERE I MIGLIORI SUPPORTI

La scelta del materiale dell’etichetta dipende in primo luogo dal tipo di tecnologia di stampa utilizzato, a trasferimento termico o termica diretta. Per prestazioni di stampa ottimali e per prolungare la durata della testina di stampa è importante scegliere il supporto giusto (o la combinazione supporto e nastro nel caso di stampa a trasferimento termico). La scelta sbagliata del supporto può compromettere la qualità di stampa, il malfunzionamento della stampante e/o la frequente sostituzione della testina di stampa.



Questo sito fa uso di cookie tecnici e cookie di profilazione di terze parti per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e raccogliere dati sull'uso del sito web. Proseguendo nella navigazione del sito web si accetta l'uso dei cookie. Per maggiori info consulta la nostra Cookie policy